I viri probati, finalmente?


di Philippe Clanché in “cathoreve.over-blog.com” del 9 novembre 2014 (traduzione: http://www.finesettimana.org)

Mentre i vescovi francesi hanno ammirato come meraviglie il gruppetto di coraggiosi che si lanciano nella perigliosa avventura del sacerdozio presbiterale, dall’altra parte dell’Atlantico si è passati alla tappa successiva.
Tutti sanno, da decenni, che la Chiesa cattolica in Francia non potrà più (e in certi luoghi è già così) funzionare con le regole attuali. Per la mancanza di ministri per amministrare i sacramenti, che sono al cuore dell’esperienza religiosa.

Fino ad oggi, le risposte che sono state date hanno mostrato la loro inefficacia. Le preghiere per le vocazioni, la sensibilizzazione della gioventù maschile (1), la colpevolizzazione indisiosa delle buone famiglie cattoliche. Tutto è fallito.
La sola soluzione efficace è l’importazione di preti dall’Africa, dall’Asia e dalla Polonia (ma anche quest’ultima filiera si sta prosciugando, in quanto la diminuzione delle vocazioni comincia a toccare anche il paese di Karol Wojtyla). Questa presenza, “con i suoi vantaggi e le sue sfide” (Mons. Pontier alla stampa) è stata del resto discussa dai vescovi durante la loro settimana a Lourdes. I preti che vengono da fuori rappresentano il 10% dei ministri in carica nelle diocesi, che è già tanto.

Vi si aggiunge, in minor misura, l’apporto delle “comunità nuove” come quella di Saint-Martin. In molte diocesi disastrate, ci si contende questi bei giovani che manifestano l’orgoglio di essere preti e che sanno giocare a calcio in tonaca. Cari lettori, tenetevi forte, sto per parlar bene della comunità Saint-Martin. Che ha deciso di inviare in missione gruppetti di più preti, per evitare loro di vivere in solitudine il terribile confronto tra l’ideale presentato in seminario e la realtà sul campo. Cosa davvero rilevante.

Ora attraversiamo l’Atlantico. Quando è apparso alla loggia di San Pietro il 13 marzo 2013, José Mario Bergoglio fa apparire accanto a sé un prelato brasiliano, il cardinale Claudio Hummes. L’ex prefetto della Congregazione per il Clero del Vaticano, oggi arcivescovo di San Paolo, è ancora attivo a 80 anni. La sua lotta: far avanzare la causa dell’ordinazione dei viri probati (espressione traducibile con: uomini di provata fede), i suoi fedeli saggi, formati, spesso sposati, che potrebbero svolgere le funzioni di prete, in particolare amministrando i sacramenti.

Quest’idea non sciocca più di tanto il papa. Infatti, una sperimentazione in tal senso è stata lanciata in Amazzonia. Lo racconta il vaticanista Marco Tosatti di La Stampa. Mons. Erwin Kraetler, missionario di origini austriaca, ha raccontato di aver parlato di un audace progetto al papa. Questi viri probati potrebbero assicurare l’assistenza spirituale in una vasta regione che conta solo 27 preti per 700 000 fedeli e 800 comunità. Che celebrano l’eucaristia solo due o tre volte all’anno!!

Una situazione ben conosciuta in Francia dalle piccole comunità rurali e ormai anche da capoluoghi di cantone. Pensare la nostra vecchia Francia come terra di missione e darle dei quadri legittimi se non si può offrirle preti: è una rivoluzione psicologica che dovrebbe guidare i nostri vescovi. Senza aspettare oltre.

(1) Al punto che la questione delle vocazioni è inserita nella pastorale dei giovani nell’organigramma dell’episcopato. Come se i giovani maschi fossero visti come candidati potenziali oltre che come cristiani da accompagnare nel loro cammino di fede.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Chiesa/Chiese e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...