È morto in Brasile Tomas Balduino che fu vescovo dei senza-terra


di Paulo A. Paranagua in “america-latina.blog.lemonde.fr” del 4 maggio 2014 (traduzione: http://www.finesettimana.org)

Figura della Chiesa cattolica brasiliana e della teologia della liberazione, era stato molto impegnato nella difesa dei contadini senza-terra e degli Indiani del Brasile.
Tomas Balduino era nato a Posse (Stato di Goias) il 31 dicembre 1922. Prete domenicano, aveva studiato teologia in Francia, nel 1950. Poi aveva svolto il suo ministero in Amazzonia, prima nello Stato del Para, poi nel suo Stato natale. Contrario alla dittatura militare (1964-1985), era stato uno dei fondatori del Consiglio indigenista missionario (CIMI), nel 1972. Tre anni dopo è stato uno dei creatori della Commissione pastorale della terra (CPT), in prima linea nella lotta per la riforma agraria. Ha presieduto sia il CIMi che la CPT.

Monsignor Balduino era un vero pastore per il Movimento dei senza-terra (MST), organizzazione legata inizialmente al Partito dei lavoratori (di sinistra), prima di prendere le distanze dall’ex capo di Stato Luiz Inacio Lula da Silva (2003-2010) e dall’attuale presidente Dilma Rousseff. Alla fine del 2003, in un’intervista concessa a Le Monde, Dom Tomas non nascondeva la sua delusione dopo il primo anno della presidenza Lula: “Come diceva Gesù Cristo, non potete servire due padroni allo stesso tempo. Tra la logica del mercato e la logica sociale, occorre scegliere. L’incessante espansione dell’agrobusiness è brutale, cerca di occupare una parte crescente dell’Amazzonia. L’agricoltura familiare ne esce perdente. Il governo vorrebbe aggirare il cambiamento strutturale sostenuto dal MST. L’atteggiamento conciliante di Lula nasconde la sua opzione per l’economia a scapito del sociale” (Le Monde, 31 dicembre 2003).

Qui si può leggere una sua intervista del 2004: L’agrobusiness è il cammino peggiore e può portare alla desertificazione

http://www.comitatomst.it/baldu04.htm

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Chiesa/Chiese e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...