I figli del silenzio


In Francia nasce una nuova associazione di figli e figlie di preti.

I FIGLI DEI PRETI PRENDONO LA PAROLA.
Si parla spesso di preti che si dibattono tra la loro vocazione e il desiderio di fondare una famiglia. Si parla anche di compagne di preti condannate al silenzio da parte dei prelati che le ignorano o le colpevolizzano.
Cominciamo a parlare dei figli dei preti, altri dimenticati dalla storia, che potranno finalmente essere rappresentati in Francia da questa associazione.
La sua fondatrice Anne-Marie è figlia di un prete e di una religiosa, che hanno riguadagnato la loro libertà per vivere il loro amore e fondare una famiglia.
Ma, dati i pregiudizi della società, questa insolita situazione li ha messi a dura prova.
L’amore che ha unito il prete e la sua compagna è condannato dalla gerarchia della Chiesa; la sanzione è immediata: il prete deve lasciare moglie e figli e gettarli nella disperazione, oppure lasciare il ministero e precipitare nel caos. Ecco il risultato della politica della Chiesa.

Anne-Marie ha perduto i suoi genitori troppo presto per intraprendere con loro un lavoro di analisi che favorisse la cicatrizzazione. Per anni ha riflettuto sulla loro storia. La sua storia sarà raccontata nel 2013.
Il prolungamento naturale di questo lavoro si realizza oggi attraverso la creazione di una associazione che mira a rappresentare i figli dei preti, le loro famiglie e i loro simpatizzanti.
Alcuni, ancora oggi, nascondono la loro situazione e non osano parlare della loro esperienza. Questa associazione vuole offrire loro un punto di incontro e di scambio, in assoluta confidenzialità, e se del caso pareri giuridici. Talvolta parlare del proprio vissuto, condividerlo con altri, può favorire il superamento.
Infine, partecipare alla vita dell’associazione può contribuire a modificare la posizione della Chiesa cattolica romana, la sola ad imporre il celibato ai preti. L’opinione pubblica è già largamente favorevole a questo cambiamento. La libertà di scelta permetterà di evitare queste sofferenze. I preti potranni quindi compiere gioiosamente il proprio ministero e i loro figli vivere la loro condizione in tutta serenità.
Anne-Marie invita tutti i figli di preti e i loro genitori ad associarsi per percorrere insime una strada verso una maggiore giustizia e un amore più libero.
« Abbiamo commesso alcuni errori e quindi noi e le nostre famiglie sono state emarginate, ma siamo noi le vittime dell’ingiustizia imposta dal Vaticano. Aderire all’associazione « I figli del silenzio », significa fare un piccolo passo verso il cambiamento. Partecipare all’attività dell’associazione significa farne un secondo. E a forza di piccoli passi … Speriamo che tutto cambi ! Ma nel frattempo, alziamo la testa, coscienti dei nostri diritti, per farli valere ».
Contatti : Anne-Marie JARZAC – Résidence du Parc (Sapins B) – 38430 MOIRANS
Tél. : 04 76 35 36 75
Mail : enfantsdusilence@gmail.com

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Chiesa/Chiese e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...